MATTONI DIGITALI

Settembre 2013

di Alessio Barollo

“Esempio: per comprare una casa ci servono 100 soldi. Finché tutti (o molti) hanno questi 100 soldi si continuano a comprare case (e a costruirle!). Quando, come oggi, ci sono molte persone che hanno solo 80 o 50 o 30 (per non parlare di quelli che non hanno niente) è normale che siano in molti di più a chiedersi come utilizzare questi 50 soldi che, ahimé, non sono sufficienti per la casa.

E allora c’è chi decide che magari vale la pena spenderne una parte (10?…20?…) per sostenere un’idea o realizzare un progetto che li appassiona e al quale attribuiscono, con i loro criteri, un certo valore.” 

LEGO

Prendo spunto da questo simpatico esempio usato da Francesco Cingolani per raccontare il crowdfunding civico e lo mescolo con un valore che è la forza di questo metodo, cioè la community, molto meglio se locale se si parla di civic. È capitale relazionale, dato da tante piccole ma significative relazioni che vanno a formare comunità fortemente legate. Legami rafforzati dal senso di appartenenza e di proprietà dei luoghi pubblici nel cittadino, aumentando cosi il rispetto e la conservazione degli stessi.

Ora l’Italia ha il suo regolamento Consob e tante nuove piattaforme pronte al lancio e se fino a qualche tempo fa ci si aspettava di ricevere una ricompensa materiale per la donazione effettuata, una sorta di prevendita in alcuni casi, ora grazie alla diffusione mediatica che questo evento ha generato si è pronti anche a fare un investimento e non più solo una donazione e a ricevere un ritorno economico e non più, per fare un esempio, l’esclusiva di un CD.

E se fra qualche giorno applicassimo questa aspettativa all’edilizia? Niente di nuovo, in giro per il mondo si fa già ed abbondantemente, vedi ad esempio il grattacielo Bacatà in Colombia, dove circa 3.100 investitori hanno allocato 171,8 milioni di dollari dei 239 milioni necessari per costruire l’edificio di 66 piani, o alcune delle piattaforme americane di crowdfunding dedicate a questo settore.  Questo sicuramente può essere un ottimo metodo per favorire nuove costruzioni o interventi di riqualificazione urbana ma il rischio è quello che diventi una forma di speculazione edilizia 2.0 fatta con nuovi mezzi. Il processo attraverso il quale io posso investire i miei 100 soldi (tornando all’aneddoto iniziale) o chiunque può investire i suoi 10,20,50,1000 soldi in nuove edificazioni di tutto il mondo si semplifica notevolmente e potrebbe avere come risultato svariati metri cubi di cemento armato all’interno dei quali il capitale relazionale perde la parola “relazionale”.

Il civic crowdfunding ha alla base i valori della comunità locale che sfrutta la piattaforma per esprimersi, valutare, commentare, finanziare e sviluppare processi di progettazione partecipata e condivisa, mentre l’equity crowdfunding edilizio ha alla base (almeno in apparenza) nuove forme di finanziamento e investimento dimenticando il valore della community locale. Ma se è vero che “..dipende dalla volontà dell’inquilino rimanere un numero isolato in una vasta coabitazione oppure partecipare alle attività collettive che possono liberarlo dall’isolamento..” (Gedion), il mondo civic offre un’alternativa di sviluppo sociale e di collaborazione e la fa interagire con gli altri portatori d’interesse per ottenere processi e non prodotti.

Le persone non possono certo essere educate a collaborare ma è possibile mostrare i vantaggi che porta farlo, legati ad un uso sapiente delle tecnologia che deve avere come obiettivo non l’oggetto fine a se stesso (ad esempio il grattacielo a 66 piani) ma il benessere sostenibile, stimolando le persone verso dinamiche di interazione e scambio di informazioni e utilizzo di dati che la città quale sistema cognitivo ci fornisce.

Post pubblicato in originale su ICN blog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...